RISTRUTTURAZIONE E RESTYLING DI EDIFICI, BONUS FISCALI per ristrutturazioni, barriere architettoniche ecc
STUDIO PROGETTAZIONE D'ARPINO
 

 

 

 

 

 

 

 

Contatta lo Studio D'Arpino RISTRUTTURAZIONE o RESTYLING BONUS FISCALI per ristrutturazioni, barriere architettoniche ecc

Spesso nuove esigenze funzionali, pratiche, tecnologiche o estetiche richiedono interventi di ristrutturazione su edifici esistenti, mirati a rinnovare le soluzioni di fruibilità ma anche di immagine caratterizzata da soluzioni estetiche aggiornate e moderne. Dare nuova vita ad un edificio è come farlo diventare nuovo, sia per residenze private che per sedi commerciali. La facciata di una sede amministrativa identifica e rappresenta l'azienda stessa.
Curarne l'aspetto può determinare lo sviluppo ed il successo di un'attività.
Fare un Restyling darà il rinnovamento in chiave contemporanea delle facciate degli edifici per mezzo di interventi che consentono di cambiare l'immagine esterna e magari contemporaneamente di migliorare l'efficienza energetica dei fabbricati

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d'imposta Irpef. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef è del 50%.

Rientrano tra queste spese quelle sostenute per l'eliminazione delle barriere architettoniche, riguardanti, ad esempio, ascensori e montacarichi, elevatori esterni all'abitazione e le spese effettuate per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave (articolo 3, comma 3, L. 104/1992).

La detrazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche non può essere fruita contemporaneamente alla detrazione del 19% a titolo di spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabile. La detrazione del 19%, pertanto, spetta soltanto sulla eventuale parte di spesa eccedente la quota già agevolata con la detrazione per lavori di ristrutturazione.

Per le prestazioni di servizi relative all'appalto di questi lavori, è inoltre applicabile l'aliquota Iva agevolata del 4% , anziché quella ordinaria.

 

Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità.

Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l'aliquota Iva agevolata del 10%.

Attenzione : con la legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) sono state prorogate fino al 31 dicembre 2016 sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E' prorogato fino al 31 dicembre 2016 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10mila euro per l'acquisto di mobili.

Contatta lo Studio D'Arpino RISTRUTTURAZIONE o RESTYLING BONUS FISCALI per ristrutturazioni, barriere architettoniche ecc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

WebMaster&Design Paola D'Arpino